Archivi tag: Milano

Il Mercato San Lorenzo porta lo street food palermitano al Salone del Mobile di Milano

Uno showcooking della friggitoria del Mercato in calendario allo “STREET FOOD EXPERIENCE”, organizzato dalla rivista di Mondadori “Sale&Pepe” nel cuore del Fuorisalone 2016. Continua a leggere Il Mercato San Lorenzo porta lo street food palermitano al Salone del Mobile di Milano

Annunci

l’Olio dell’Unità d’Italia presente a Expo 2015, proseguono le iniziative al cluster biomediterraneo

Dopo l’Olio per la Pace, domani, sabato 17 ottobre, a partire dalle 11, al Cluster Bio-Mediterraneo, sarà presentato l’Olio dell’Unità d’Italia, un altro progetto ideato da Manfredi Barbera e coordinato dal CO.FI.OL in partnership con la Provincia Regionale di Enna denominata Libero Consorzio Comunale, l’Assessorato all’Agricoltura della Regione Sicilia e il Cluster Bio-Mediterraneo. Continua a leggere l’Olio dell’Unità d’Italia presente a Expo 2015, proseguono le iniziative al cluster biomediterraneo

Cultura e Intrattenimento al Cluster BioMediterraneo, dall’1 al 7 giugno‏ a Expo 2015

Da Palermo a Trapani continua il viaggio intorno ai territori siciliani sul palcoscenico del Cluster BioMediterraneo. Continua a leggere Cultura e Intrattenimento al Cluster BioMediterraneo, dall’1 al 7 giugno‏ a Expo 2015

Quarta giornata per il Cluster Biomediterraneo ad Expo sotto il segno dell’ integrazione enogastronomica

La quarta giornata vede per la prima volta il coinvolgimento del Cluster Biomediterraneo in perfetta sintonia con un altro Cluster, quello dei cereali all’insegna dell’integrazione enogastronomica. Ogni Cluster ha, infatti, contribuito all’esperienza enogastronomica offerta a un folto gruppo di bambini, con i prodotti piú tipici e rappresentativi della settimana. Il tonno di Favignana per il Cluster Biomediterraneo e il mais e la sua lavorazione per il Cluster dei Cereali. Si è trattato di un’ottima occasione per spiegare ai numerosi bambini coinvolti il valore della sana cultura alimentare mediterranea. dalla presentazione dei prodotti alla visione delle tecniche di preparazione dei piatti, i bambini hanno potuto apprendere le preziose arti culinarie degli chef presenti allo show cooking, Fabio Rubbio, Giampaolo Stefanetti e Roberto Canilo. Continua a leggere Quarta giornata per il Cluster Biomediterraneo ad Expo sotto il segno dell’ integrazione enogastronomica

Expo 2015, a Palermo presentato il Cluster Bio-Mediterraneo

Tutto pronto per l’inaugurazione ufficiale di EXPO MILANO 2015, il più grande evento mai realizzato sull’alimentazione e la nutrizione. Sotto lo slogan “Nutrire il Pianeta, energia per la Vita” l’esposizione universale catalizzerà l’attenzione mondiale sui temi legati alla sostenibilità ambientale e alla nutrizione. Per sei mesi, dal primo maggio e fino al 31 ottobre, Milano sarà la piattaforma di confronto per trovare idee e soluzioni legate a una esigenza vitale: riuscire a garantire cibo sano, sicuro e sufficiente per tutti i popoli, nel rispetto del Pianeta e dei suoi equilibri. Continua a leggere Expo 2015, a Palermo presentato il Cluster Bio-Mediterraneo

Cu’ Food? Sapori gastronomici dal ragusano e indizi letterari da Montalbano.

Claudio Ruta, Executive Chef del  Ristorante La Fenice dell’Hotel Villa Carlotta a Ragusa, è un geniale promotore dei sapori del ragusano, terra di chef stellati, di architetture barocche dichiarate patrimonio mondiale dall’Unesco, teatro delle avventure del commissario Montalbano. Curioso lettore di Andrea Camilleri, ha avuto modo di apprezzare i piatti che, tra un’inchiesta e l’altra, il celebre commissario non si fa mai mancare. Da qui l’idea, nata da un progetto a cura della società di formazione e comunicazione Focus Consulting, di dedicargli un intero menu, da far conoscere ai milanesi,al Carlyle Brera Cafè di Milano. Continua a leggere Cu’ Food? Sapori gastronomici dal ragusano e indizi letterari da Montalbano.

Bibendum, la birranoteca di Milano firmata Baladin

Torniamo a parlare di Baladin e di birra artigianale. Vogliamo farvi conoscere una nuova birraenoteca nel cuore di Milano. Oggi vi parliamo di Bibendum. Continua a leggere Bibendum, la birranoteca di Milano firmata Baladin

Le renne, le strenne e i sapori dolci del Natale

Il motivo per cui prediligo l’Italia è prettamente “edonistico”: sono golosissimo dei dolci di Natale tipici delle varie località. Continua a leggere Le renne, le strenne e i sapori dolci del Natale

A Rovato in provincia di Brescia, per conoscere la Grappa Evo

Metti una sera a cena, un tavolo con otto persone che non si conoscono, un buon bicchiere di vino rosso ad accompagnare una piacevole chiacchierata, ed è lì, che facciamo la conoscenza di Marcello Bruschetti, co-fondatore dell’azienda Evo.

Oggi, vi portiamo a Rovato, in provincia di Brescia, per conoscere com’è fatta una vera grappa artigianale.

La Grappa Riserva Evo nasce dall’incontro fortuito di due persone complementari: Luciano Brotto, e per l’appunto, Marcello Bruschetti. Due personaggi, da anni nel mondo enologico, che decidono un giorno di andare oltre i confini dello scibile per sperimentare qualcosa di nuovo.

L’esperimento è semplice: cercare di capire quale interazione possano avere due legni autoctoni, il Rovere francese e quello Americano. Legni che interagiscono in modo tale da condizionare totalmente le caratteristiche organolettiche del distillato. Evo nasce proprio da questa idea, un esperimento pienamente riuscito. Quel nome, poi, intende l’Evoluzione della tradizione, come trasformazione della grappa, da semplice distillato a piacere della vita.

Fatta la grappa, serviva la confezione, e così, Bruschetti ha dato vita al progetto Enoglam disegnando una bottiglia e le elegantissime confezioni al fine di rendere l’esperienza Evo più che mai legata all’idea del buon vivere. Evo ed Enoglam, il contenuto e la sua confezione, l’idea di un prodotto sartoriale, studiato nei minimi dettagli, per rendere ogni momento unico, senza compromessi e con lo stile tipico del made in Italy.

Un distillato che raggiunge livelli di eleganza, piacevolezza e raffinatezza mai provati prima, e che rinnega come filosofia aziendale, ogni standardizzazione produttiva. Non fosse altro per la limitatissima produzione che lo caratterizza e lo rende unico. La prima, proposta in questo senso, è l’etichetta XII, dodici nel senso di 2012, anno in cui il prodotto viene presentato e immesso sul mercato per la prima volta, dopo anni di duro lavoro alla ricerca delle migliori selezioni di acquaviti.

Per voi abbiamo degustato la Evo, ma esistono altre due varianti: la Evo XII e la Evo Fumo. Quella provata da noi, una sera di ottobre, era un blend di vinaccia definita “Riserva” poiché riposa almeno 18 mesi in botti di legno. Ciascuna tipologia di legno contribuisce individualmente a conferire una specifica caratterizzazione che dà un’anima ben precisa. Il risultato è quello di un prodotto equilibrato, ricco di profumi e aromi, intenso al gusto e nello stesso tempo delicato e sobrio, un distillato di gran classe solo per veri intenditori.

Ed infine, la Evo ha pensato anche ad un’elegante linea “sigari”,  si tratta di un gioco di parole per indicare una modalità di confezionamento monodose in una provetta di vetro, il cui contenuto è la quantità ideale che l’azienda considera perfetta per un buon bicchiere.

Per approfittare al meglio di questa eccellenza, vi suggeriamo di degustare la Grappa Evo, magari accompagnata da un buon cioccolato extrafondente.

ENOGLAM srl

Via G. Marconi, 7 – 25038 Rovato (Brescia)

http://www.enoglam.com

Regali Doc: a Castelbuono per il panettone Fiasconaro /1

Da oggi su la Forchetta e il Coltello nasce una nuova rubrica che abbiamo deciso di battezzare ‘ Regali Doc’. E sì, perché con il Natale ormai alle porte abbiamo pensato di suggerirvi dieci doni originali da regalare ai vostri cari, per le prossime festività. Un pensiero ad hoc nel segno indistinguibile della Sicilia. Vi consiglieremo dieci piccole eccellenze del nostro territorio facendovi conoscere i piccoli artigiani del gusto.

Abbiamo pensato alla possibilità di acquistare i prodotti attraverso gli e-shop ufficiali, o in alternativa, vi raccomanderemo come raggiungere il punto vendita più vicino.

Il nostro viaggio parte da Castelbuono, un piccolo borgo a 70 km da Palermo. Siamo nel cuore delle Madonie, un luogo magnifico tra i monti e i boschi della Sicilia più autentica. Qui, nel paese dove 91 anni fa nasceva la prima versione del dolce tipico milanese: basso e con la glassa di nocciole del Piemonte, vi facciamo conoscere un orgoglio del made in Sicily: il Bar Fiasconaro, che quest’anno festeggia i 60 anni di attività.

Il locale dei Fiasconaro si trova a piazza Margherita nel cuore del paese, un luogo simbolo per chi ama degustare tutto l’anno i dolci madoniti e dov’è possibile assaggiare il panettone milanese ripensato e rivisitato in chiave siciliana, con particolare cura ai sapori della terra, alla tradizione e al rispetto dei tempi della natura.

Dietro questa eccellenza tutta siciliana, c’è Nicola Fiasconaro che, insieme ai fratelli Fausto e Martino, ha ereditato la passione e l’arte di famiglia tramandata dal papà Mario. I panettoni sono buoni, soffici e dal gusto ricercato. La chiave del successo è nella lievitazione lenta, una lavorazione che dura 36 ore e non prevede l’aggiunta di conservanti o additivi che possano in qualche modo snaturare il processo di fermentazione della pasta acida garantendo qualità e fragranza nel pieno rispetto delle tradizioni dolciarie. Il processo di lievitazione naturale comincia il giorno prima dell’impasto per offrire caratteristiche qualitative, a livello di leggerezza e fragranza, uniche e ineguagliabili.

Per fare un buon panettone sono necessari tre giorni di lavoro tra lievitazione, cottura e conservazione. Una catena produttiva che riesce a sfornare 7000 panettoni al giorno, rispettando la rigida filosofia di una produzione artigianale che non prevede scorciatoie o trucchi. E poi, ci sono loro, gli ingredienti della tradizione siciliana: le arance candite, l’uva sultanina, la crema di cacao, le mandorle di Avola, il vino Marsala, il pistacchio di Bronte, le nocciole e la crema di caffè.

Dovete solo scegliere il prodotto che più incontra i vostri gusti. Per voi, Fiasconaro ha selezionato 5 gamme di lusso custodite in eleganti confezioni.

Partiamo dalla linea Classica: la scelta va dal panettone tradizionale con i canditi a quello con le Mandorle o le Nocciole e il Pandorato, il felice connubio tra panettone classico e pandoro veneto.

La linea Oro, con ben cinque versioni differenti. La novità 2013 si chiama Oro di Manna, e poi ci sono: Oro Bianco con una deliziosa e avvolgente crema di mandorle d’Avola, Oro Nero con gocce di cioccolato e una crema al caffè che potrete spalmare golosamente sulla vostra fetta e Oro Verde con una voluttuosa crema di pistacchio di Bronte.

Ma non è finita qui, per gli amanti dell’ora del tea, la linea alla Frutta con tre specialità: Pere&Cioccolato, Mediterraneo e Frutti di bosco. Immaginatevi a sorseggiare una fumante tazza di tea nero con una di queste delizie ed, in un attimo, risorgeranno dall’oblio tanti piccoli frammenti del vostro ‘tempo perduto’, di proustiana memoria.

Chiudiamo questa carrellata con altre due linee: il Zero Zero latte, prodotto con “Burrolì”, un grasso vegetale alternativo a quello animale, con canditi d’arancio e uvetta aromatizzata al Marsala e Zibibbo, e infine, il panettone Biologico, i cui ingredienti provengono da agricoltura biologica.

Il Panettone Oro di Manna, è la specialità della produzione 2013, appena insignito del premio ‘Prodotto innovativo 2013’. Il connubio tra panettone e manna è veicolo di antichi sapori e mestieri, riscoperti, rivalutati e rielaborati con gusto e passione. La manna prodotta esclusivamente in Sicilia, nella zona di Castelbuono e nelle Madonie, è un prodotto alimentare unico nel suo genere, ottenuto tramite l’incisione, con il mannaruolo, nella corteccia degli alberi e che permette la fuoriuscita della linfa con cui si realizza questo dolcificante naturale utilizzato sin dall’antichità per la realizzazione di dolci. Il tutto ricoperto di glassa bianca e colata di mannetti.

Una delizia per il palato che coinvolge tutti i sensi, un motivo in più per averlo sulle vostre tavole. Pensiamo possa essere un regalo speciale, per veri intenditori, da degustare, magari davanti al camino con un calice di bollicine italiane.

Foto Bartolo Chichi 

Fiasconaro S.r.l.

P.zza Margherita. 10
90013

Castelbuono (PA)
Italia

0921.677132

http://www.fiasconaro.com

Per sapere in quale punto vendita a Voi più vicino acquistare i prodotti Fiasconaro o per qualsiasi altra informazione potete contattare il numero verde:

800.929971