Tracciabilità, conoscenza del pescato e stagionalità. Sono le tre linee guida del progetto Nemo Propheta in Europa

Promosso dall’Organizzazione di Produttori della Pesca di Trapani, nasce con lo scopo di far conoscere il pesce siciliano, insegnare a consumarlo nella stagione giusta e soprattutto insegnare a riconoscere la provenienza attraverso l’etichettatura.

Unendo, così, tradizione ed innovazione, Nemo Propheta in Europa suggerisce un nuovo modo di concepire la filiera ittica siciliana anche attraverso la promozione di un nuovo modello di consumatore consapevole e responsabile. Destinatari di questo progetto di comunicazione sono, in particolare, le nuove generazioni.

Da qui un percorso di informazione/formazione che coinvolgerà gli istituti scolastici della nostra Isola.

La prima tappa è stata svolta giovedì 11 febbraio presso il Circolo Didattico “V. Landolina” di Misilmeri, nel palermitano. Oltre duecento i bambini delle classi quarte e quinte che hanno partecipato assieme ai loro insegnanti ed al dirigente scolastico Matteo Croce. Presente anche un rappresentante del Dipartimento della Pesca della Regione Siciliana.

L’incontro si è articolato nella visione del docufilm ideato per i ragazzi e realizzato affrontando le varie tematiche del progetto, nella relazione sui vari aspetti attraverso slide realizzate ad hoc e presentate dai promotori del progetto e nel dibattito finale che mira a consolidare le conoscenze corrette sul pescato siciliano.

“E’ la prima tappa – commenta Natale Amoroso che ha messo su il progetto – ma siamo molto soddisfatti. C’è stato un intenso lavoro preparatorio: la realizzazione del video e di materiale informativo ad hoc per i bambini tra cui un album di figurine con le specie ittiche di “stagione””.

Gli incontri mirano proprio a fare conoscere le varie specie ittiche dell’isola ed al giusto periodo in cui consumarle. Da qui anche la presenza, tra i relatori, del medico veterinario Giuseppe Barbera: “Nemmeno gli adulti sanno distinguere un’acciuga da una sardina. – commenta – Da qui l’importanza del nostro lavoro che mira alle nuove generazioni: saranno paradossalmente i bambini a “guidare” i genitori verso le corrette scelte di pesce al mercato”.

Entusiasti di questo primo incontro sia i bambini che lo staff educativo: avranno modo di approfondire nelle singole classi le tematiche affrontate grazie al materiale informativo ed al video che è visionabile sul sito http://www.mercatoitticotp.it .

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...