Cluster BioMediterraneo: saperi, sapori e stili di vita a Expo

I monti Iblei, altipiani calcarei abitati da millenni, che caratterizzano il cuore del Sudest della Sicilia, saranno protagonisti al Cluster BioMediterraneo nella settimana dal 15 al 21 giugno. Un territorio di scenari naturali selvaggi e dolci colline in cui si leggono i segni dell’uomo. Nelle pietre della necropoli di Pantalica, nei muri a secco che raccontano la civiltà contadina, nei dettagli delle architetture barocche di Palazzolo Acreide, inserite nella World Heritage List dell’Unesco. Sortino, Giarratana, Vizzini, Chiaramonte Gulfi, luoghi in cui si conserva la genuinità di sapori antichi e si sperimentano buone pratiche che rinnovano la civiltà contadina.

Si parlerà di eccellenze agroalimentari, come le olive della cultivar tonda iblea dal sapore particolarmente fruttato, pluripremiate all’ultimo Sol d’Oro di Verona, che ha eletto Buccheri, paese di 2000 anime, capitale dell’olio extravergine di qualità e le arance ovali coltivate nella valle dell’Anapo. L’agenda prevede laboratori sulla colazione mediterranea, in cui è protagonista il pane dei Fratelli Vescera, che hanno riscoperto due grani antichissimi, il tumminia e il rossello. Una base preziosa per l’olio, il miele, le marmellate di frutta e le conserve a base di cipolla di Giarratana, una varietà particolarmente dolce, che è presidio Slowfood. A mezzogiorno un intermezzo rinfrescante, con granite di mandorla, limone e gelsi. All’ora dello show cooking si esibiranno sul palcoscenico del cluster tre chef davvero d’eccezione: Gaetano Quattropani, premiato a febbraio col titolo di “King Platinum” ovvero come migliore chef di catering italiano, durante il congresso internazionale “Le identità golose” (lunedì 15, martedì 16 e mercoledì 17). Carmelo Chiaramonte, eclettico “cuciniere errante” incuriosito soprattutto dagli aspetti antropologici e letterari del cibo (giovedì 18, dalle
16.00 alle 18.00). Il suo piatto è ancora top secret, ma sarà accompagnato dai vini Rosà e Nero Ibleo dell’Azienda Gulfi, cantina pioniera nella valorizzazione del Nero d’Avola, il vitigno a bacca rossa della Sicilia, e nella riscoperta dei prestigiosi cru di Pachino. Andrea Alì titolare del ristorante “Sapori montani”, più volte ospite della trasmissione tv “La prova del cuoco” che quest’anno (è il 15esimo) si è aggiudicato la prestigiosa chiocciola di Slow food ed è stato scelto come migliore trattoria da “Best in Sicily”, il premio all’eccellenza enogastronomica del magazine on line Cronache
di gusto. Le sue ricette saranno in scena venerdì 19, sabato 20 e domenica 21.

Nei pomeriggi si evocherà la bellezza dei luoghi raccontati da Elio Vittorini, Antonino Uccello, Vincenzo Consolo, Giovanni Verga. E gli interventi sul palco saranno intervallati da intermezzi di musica popolare dei gruppi “Nunnè lapa né musca” e “I perciazzucca”.Tra i relatori: Paolino Uccello, guida ambientale e
profondo conoscitore degli itinerari naturalistici nell’area archeologica di Pantalica e di Cava grande, racconterà di luoghi, riti, piante e percorsi che producono guarigione; Francesca Pedalino dell’Istituto di bioarchitettura mediterranea, che mostrerà le caratteristiche delle architetture rurali tipiche dell’area iblea, masserie, frantoi e palmenti.

Negli spazi dello speakeasy si alterneranno gli interventi delle aziende dell’ area iblea. Si racconterà l’antica tradizione dello “spiritu re’ fascitrari” che gli apicoltori di Sortino, città del miele, tramandano da generazioni. Una ricetta millenaria e segreta, tramandata dalle donne delle famiglie di apicoltori, rivisitata dall’azienda Xuto, che ha prodotto un distillato di miele purissimo, Hyblon che ha esordito con successo all’ultimo Vinitaly. Sicilian Food company presenterà “Le delizie del Gattopardo”, marmellate e conserve senza conservanti. La famiglia Renna illustrerà il segreto del suo
torrone di mandorle. Tra gli eventi da segnalare: lo show cooking di una coppia di giovanissimi cuochi, vincitori del concorso gastronomico Terra Matta ideato dal Consorzio Chiaramonte, che ha visto in competizione gli studenti degli istituti alberghieri siciliani (venerdì 19, alle ore 18.30).

Le serate mediterranee al cluster vedranno protagonista il cantastorie contemporaneo Carlo Muratori (chitarra e voce) con un’insolita formazione che contamina canzone d’autore, folk e jazz: Francesco Calò (fisarmonica), Rino Cirinnà (sax), Francesco Bazzano (percussioni). Quattro concerti dal titolo proverbiale: “Cu havi cchiù sali conza a minestra” (traduzione alla lettera: “chi ha più sale condisce la minestra”, significato:“chi sale in zucca se ne serva”) in programma giovedì, venerdì, sabato e domenica alle 21. Carlo Muratori si dedica da oltre 40 anni alla musica tradizionale dell’isola, alternando l’impegno nel recupero di canti della tradizione orale alla composizione di nuove canzoni. Negli anni Settanta ha lavorato a fianco dell’ etnologo Antonino Uccello, nella sua Casa Museo di Palazzolo Acreide. Nel 1977 ha formato I Cìlliri un gruppo folk, curando la ricerca e gli arrangiamenti dei canti. Dal 1987 ha iniziato la sua carriera da solista, collaborando con Ignazio Buttitta e Rosa Balistreri. Muratori è un affabulatore, nei suoi concerti recita versi, racconta storie sulla cultura della sua terra. Il suo ultimo spettacolo, “Arsura d’amuri”, esplora il sentimento amoroso e si ispira alla scuola poetica siciliana, agli strambotti popolari e alle poesie di Ignazio Buttitta.

Non mancheranno le occasioni dedicate ai Paesi del Mediterraneo. Martedì 16 giugno alle 12 sarà possibile rallegrare il palato con i piatti tipici della tradizione maltese, in occasione del National Day di Malta; mentre venerdì 19 e sabato 20 sarà la volta della Tunisia con la preparazione di piatti tipici come: bsissa, sorghum, chamia, hlalem, spring rolls e barley.

Il 17 giugno alle 21 un importante momento musicale con il concerto del Libano. Per l’occasione si esibirà sul grande palco del Cluster il pianista Guy Manoukian, noto a livello internazionale.

Save the date giovedì 18 giugno alle ore 14.30 in cui la Fondazione Patrimonio Unesco Sicilia incontrerà i territori dal “Cuore Caldo”, terre di origine vulcanica che rappresentano formidabili laboratori dove è possibile imparare le Scienze della Terra. Un grande progetto, dal nord al sud, dalle Alpi alla Sicilia, finalizzato alla promozione e valorizzazione dei territori di origine vulcanica che si propongono di collegare e mettere in rete esperienze, culture e stili di vita. L’obiettivo è quello di dare impulso ad uno straordinario circuito turistico accessibile a tutti, tra vallate ricoperte di lava e sassi, foreste di castagni, faggi, pini e prati in fiore, lungo i quali si potrà andare alla scoperta di tutti quei prodotti tipici che poche altre terre possono offrire ai viaggiatori del gusto. Il progetto, nato dall’idea della Fondazione Patrimonio Unesco Sicilia per facilitare la corretta fruizione del territorio, verrà proposto in concomitanza al lancio dell’iniziativa “Un Expo Sicilia 2015”, avviata da tutti i quarantatrè comuni siciliani a marchio UNESCO uniti in un progetto di network per la promozione dei loro territori. Tra i partecipanti al meeting vi sono: Aurelio Angelini, direttore della Fondazione Patrimonio Unesco Sicilia, Piero Sardi, Fondazione Slow Food, Dario Cartabellotta, Responsabile Unico del Cluster BioMediterraneo e la giornalista Carola Vai che presenterà l’incontro.

E ancora il 18 giugno alle 13.00 il Parlamento Europeo farà visita al Cluster BioMediterraneo. Le tre Commissioni del Parlamento Europeo Agricoltura e Sviluppo Rurale (AGRI), Commercio Internazionale (INTA) e Industria, Ricerca e Energia (ITRE) saranno in visita ufficiale ad EXPO nonché al Cluster, dove è prevista la cerimonia di benvenuto da parte della Regione Siciliana.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...