Cultura e Intrattenimento al Cluster BioMediterraneo, dall’1 al 7 giugno‏ a Expo 2015

Da Palermo a Trapani continua il viaggio intorno ai territori siciliani sul palcoscenico del Cluster BioMediterraneo.

Il Padiglione del Cluster BioMediterraneo non è solo integrazione, biodiversità e sostenibilità. È anche cultura e intrattenimento. Il Cluster promuove, infatti, attività quotidiane, pensate per i visitatori di ogni età, per una full immersion nelle tradizioni dei Paesi.

Ecco il calendario completo delle attività in programma da lunedì 1 a domenica
7 giugno.

Tutti i giorni dalle 10.30 alle 12.00 la Colazione Mediterranea. Un’opportunità di socializzazione tra giovani e studenti provenienti dalle diverse nazionalità intorno al tema di un’alimentazione sana e sicura, a base di pane e olio, miele, marmellate e frutta fresca di stagione. A seguire La Sicilia in Bocca, una serie di show cooking, accompagnati dalla narrazione di racconti sulla Sicilia e sulle ricette presentate che, questa settimana, vedranno impegnati: 1 e 2 giugno Peppe Giuffrè (chef di fama mondiale), 3 e 4 giugno Francesco Piparo (ospite fisso della Prova del Cuoco, trasmissione di successo della Rai), il 5 giugno Tonino Palmeri, il 6 Giovanni D’Ambrogio e il 7 giugno Pino Maggiore. Molti degli show cooking avverrano in collegamento streaming con i territori al fine di offrire ai visitatori gli itinerari del gusto e scoprire le tipicità dei luoghi e delle materie prime utilizzate.

Dalle 17 alle 20.00 protagonista sarà la musica con: Pietro Adragna, il giovane siciliano già campione del mondo di fisarmonica, I Musicanti, gruppo di musica popolare siciliana, capace di cantare la Sicilia con le sue nenie, le filastrocche e i canti di un immaginario più profondo della sicilianità. Al
Madina, il gruppo etno-folk-popolare formato da Costanza Licata alla voce e al violino e Rosemary Enea al pianoforte, fisarmonica e percussioni, che proporrà una meditata memoria dei canti popolari siciliani, accanto a un recupero critico dei canti del mare e delle famose “abbanniate” dei mercati siciliani, mescolandoli con i “nuovi” suoni del mediterraneo e della Sicilia dei nostri giorni.
La voce potente e leggera del gruppo è Costanza Licata, che sa accarezzare con struggente dolcezza una ninna nanna popolare e restituire il mistero sguaiato dei vicoli pieni di storia, di desiderio e di malinconia.

Dal 4 al 7 giugno ad allietare i pomeriggi del Cluster ci sarà anche Il Gruppo Folkoristico Elimo, composto da una ventina di elementi tra musicisti, canterini e ballerini, tutti in costume tradizionale.

Le serate al Cluster invece vedranno alternarsi compagnie teatrali e musicali che porteranno spettacoli e intrattenimento di vera Sicilia. L’1 e 2 giugno sarà la volta di Parola D’Onore: Quello che i siciliani non dicono, della Compagnia di Giacomo Frazzitta. Parola d’onore è uno spettacolo esilarante ispirato alla storia della nostra Sicilia e alle leggi, che ci hanno governato in 6.000 anni di storia, e ne racconta in maniera divertente il senso e gli effetti che essi hanno avuto sul nostro carattere di popolo. Sul palcoscenico, dominato dall’attore che racconta il valore che la parola, il silenzio e la gestualità, hanno avuto nella storia dei siciliani, vi è anche il gruppo musicale che suona dal vivo brani siciliani rivisitati in chiave moderna, con ritmi accattivanti e coinvolgenti. Lo spettacolo è un excursus storico semiserio attraverso il senso della parola e del silenzio nella Sicilia e tra i siciliani,un silenzio gremito di parole e di gesti. Un viaggio attraverso i 5 sensi: il gusto, l’olfatto, la vista, l’udito e il tatto che nella sicilianità hanno un valore particolare .

Il 3, 4 e 5 giugno invece sarà l’attore siciliano Salvo Piparo il “CUNTASTORIE” che presenterà la Sicilia in Capitoli, un macco fatto di racconti di strada, arricchito dalla romantica voce di Costanza Licata e dal virtuosismo della pianista Rosemary Enea. U Cuntu per bocca di Piparo è un intruglio di ironia e sentimento della parola, ritmi incalzanti e passionali, canzoncine sbiadite di una Sicilia in bianco e nero; in scena un cuntastorie e una chantosa che sembrano raffigurare un cartellone naif, ora farsesco ora valente spadaccino con parole e cunti, un omaggio ai poeti della vita quotidiana, al popolo saggio e agli eroi della nostra Sicilia. Un passato che appartiene ai giovani che vivono l’isola come una madre che li cresce e li diverte attraverso gli antichi cunti siciliani,che esprimono attraverso il loro pathos l’incredibile patrimonio storico che risiede in ogni straordinario angolo della nostra terra. Nelle due ultime serate la voce di Daria Biancardi, (finalista a The Voice 2014) voce soul e mediterranea di forza dirompente, ci ricorderà che il Jazz ha radici siciliane con Nick La Rocca, i cui genitori partirono da Salaparuta, e che con questo pretesto, con la sua voce ci porterà da Nick La Rocca ai giorni nostri con brani standard del jazz mondiale ma anche con alcuni suoi inediti di rara bellezza che metteranno in mostra il suo straordinario talento.

Non mancheranno gli spettacoli e le attività dei Paesi del Cluster. Questa settimana protagonisti saranno la Serbia e il Montenegro con degustazioni di vini e prodotti, show coking e il Festival Exit, noto in entrambi i Paesi, a cui sarà possibile assistere tutte le sere dalle 21 alle 23. Sarà inoltre possibile assistere allo show cooking dell’Albania “L’antica cultura dei pastori albanesi in cucina” previsto per martedì 2 giugno alle 12.00 un esempio perfetto di connubio sostenibile nei secoli tra uomo e natura, evento che porterà a Expo i sapori albanesi grazie all’arte in cucina espressa da Altin Prenga del Convivium Slow Food Albania Mrizi i Zanave.

Per i bambini in visita a Expo Milano 2015 giovedì 4 giugno alle 10.30 “Little show coking – Mani in pasta”. Gli studenti della scuola media di Marsala incontreranno 350 bambini della scuola media di Brescia per uno show cooking interamente dedicato ai piccoli. I visitatori potranno “incocciare” la semola di grano per ottenere il famoso cous cous, oppure impastare la farina e ancora preparare il pane fritto con lo zucchero, ancora oggi apprezzato dalle nostre nonne, e tante altre prelibatezze da preparare e gustare insieme.

Venerdì 5 giugno al Cluster BioMediterraneo si terranno parte delle celebrazioni ufficiali della Giornata Mondiale dell’Ambiente organizzata dal Governo Italiano, dal Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente (UNEP),da Earth Day Italia e dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali. Questa data rappresenta lo strumento principale delle Nazioni Unite per stimolare, in tutto il mondo, consapevolezza sui problemi ambientali e promuovere azioni politiche sulla sostenibilità ambientale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...