La Colomba, l’idea Tomarchio per il dolce di Pasqua

La passione che mi lega alla mia terra non ha confini perché sono convinto che il rilancio dell’isola passi soprattutto dai settori chiave dell’economia. Uno di questi è il comparto enogastronomico e qui in questo spazio virtuale, io insieme a tutti gli amici che di tanto in tanto scrivono, vogliamo dare il giusto merito a chi nella Sicilia crede e lavora ogni giorno. In prossimità ormai dell’imminente Pasqua torniamo a parlare di qualità artigianale, torniamo a scrivere di Tomarchio.

Qualche tempo fa, avevamo scritto delle Tortine Tomarchio, se vi siete persi il nostro pezzo vi suggeriamo di leggere quell’articolo per capire di chi stiamo parlando. Facile per chi come noi è cresciuto con le mitiche tortine, perché la Tortina è stata sempre sinonimo di Tomarchio e viceversa. Una tradizione di famiglia che si tramanda a Misterbianco, in provincia di Catania, dal 1962 anno di fondazione del primo laboratorio. Anno dopo anno la Tomarchio ha aperto la sua linea anche a prodotti che chi vi scrive ha provato, scoprendo con piacevole sorpresa che la qualità dei prodotti si ottiene prima di tutto dalla qualità della materia prima. Dalle rame di Napoli, ai biscotti di mandorla, dalla meravigliosa frutta martorana ai biscotti artigianali sono gli esempi di come si possa lavorare nel segno indistinguibile della tradizione dolciaria siciliana. Perché il modus operandi è sempre lo stesso: rivisitare la ricetta di un dolce mantenendone gli ingredienti originali.

Appena sfornate, chi ne vuole una? 🙂

A post shared by Tortina (@tortina_tomarchio) on

E così, con la Pasqua alle porte vogliamo scrivervi dei dolci delle festività: la Colomba Pasquale di Tomarchio con il suo mantello di croccanti mandorle tostate, lievitata naturalmente come fanno a Natale i panettoni seguendo i rigidi metodi tradizionali. In cosa consiste? La lievitazione è realizzata con lievito naturale, in pratica una doppia lievitazione la cui durata varia da diversi fattori: impasto, umidità e temperatura. Dal primo impasto alla cottura passano tre giorni, un tempo utile per garantire il prodotto.

La ricetta:
Colomba senza canditi, per chi ama gustare la colonna nella sua semplicità
Ingredienti: farina di grano tenero tipo 0; burro, zucchero, tuorlo d’uovo, lievito, zucchero a grani), farina di riso, albume d’uovo e aromi.
Tomarchio

Colomba cioccolato, una versione strong del dolce pasquale
Ingredienti: farina di grano tenero tipo 0; burro, zucchero, cioccolato fondente e cioccolato al latte.
Tomarchio

Colomba classica,la versione più semplice ma forse anche la più buona
Ingredienti: farina di grano tenero tipo 0; scorza d’arancia candita, burro, zucchero, tuorlo d’uovo, lievito, glassa di mandorle e zucchero a grani, farina di riso.
Tomarchio

http://www.Tomarchio.eu
Corso Carlo Marx, 130 – Misterbianco (Catania)
Fb: Tortina Tomarchio
Instagram: Tortina_Tomarchio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...