Viaggio nel mondo delle birre artigianali, la nostra degustazione con Kuaska

“Non esiste la birra esistono le birre”, inizia con questa massima la degustazione di Lorenzo Dabove, in arte Kuaska, uno dei più apprezzati esperti di birra belga che negli ultimi anni si è impegnato nella promozione di birra artigianale in Italia. Un fenomeno in grandissima ascesa che ha trovato nel nostro Paese un largo seguito di appassionati e beerlovers.

L’occasione è stata la degustazione tenutasi qualche giorno fa al Quinto Canto hotel. Un viaggio nel mondo delle birre artigianali condotta da un maestro come Kuaska. Un mondo in continua espansione, aumentano gli appassionati ma aumentano soprattutto i produttori che decidono di scommettere su questo mercato.

“Il consumatore di oggi – ci spiega Kuaska – è molto più consapevole rispetto a solo qualche anno fa. Chiede, si informa, non si limita a bere ma cerca di capire cosa c’è nel bicchiere. Chi è abituato a bere birre industriali non nota la differenza, perché le industrie tendono ad omologare e ad appiattire il gusto. Fortunatamente l’Italia sta crescendo e questo ci permette di espandere il mercato”.

La nostra degustazione ha interessato nove birre artigianali:

Birrificio 24 Baroni di Nicosia (EN)
Sorge nel cuore della Sicilia, tra i boschi delle Madonie e dei Nebrodi. Seguendo i metodi tradizionali dell’alta fermentazione e della rifermentazione in bottiglia, la loro birra è prodotta utilizzando solo cereali maltati, luppolo pregiato e lieviti selezionati. Tutte le birre sono non pastorizzate, non filtrate e rifermentate in bottiglia.

Bianca 6,3% Birra bianca ad alta fermentazione prodotta con frumento non maltato proveniente dalla tradizione birraia belga. Leggera e dissetante, dal tipico colore chiaro, contraddistinta da un gusto speziato e leggero. Blanche belga, utilizzo di malto d’orzo, frumento e avena.

Birrificio Epica di Sinagra (ME)
Birrificio che nasce nel 2013 in una vallata della Sicilia nord orientale dalla passione di tre soci, Elio, Piero e Carmelo. Impegno, rispetto delle tradizioni e voglia di sperimentare sono gli elementi su sui si fonda il birrificio. Il nome scelto, Epica, oltre a richiamare le iniziali dei nomi dei tre soci, deriva dal greco epos, parola. Il birrificio Epica vuole condurre alla scoperta di nuovi orizzonti del gusto, raccontando una storia che parla di amore e passione per le cose semplici.

Polifemo, 6,5% Ispirata alle Indian Pale inglesi ma caratterizzata dall’abbondante luppolatura americana, questa birra si cala in un filone largamente esplorato dai birrai contemporanei. Perfettamente equilibrata tra sentori di caramello, frutta secca e amaro del luppolo. All’olfatto dominano l’agrumato e le resine dei luppoli americani. Il corpo è medio, per facilitare le bevuta.

Birrificio Lariano di Dolzago (LC)
Birrificio lecchese fondato nel 2008, in rapida ascesa di consensi per il suo eclettismo producendo con successo birre sia di bassa che di alta fermentazione senza disdegnare incursioni in campi più estremi.

Tripè, 5% Birra dorata ad alta fermentazione ispirata alle tripel fiamminghe con imponenti note maltate, fruttate e sciroppate ben bilanciate da un adeguato, moderato utilizzo del luppolo. Da sottolineare e lodare la sua facile bevibilità.

Birrificio Civale di Spinetta Marengo
Birrificio alessandrino fondato nel 2008, in rapida ascesa per la pulizia e la costanza delle sue numerose birre ad alta fermentazione.

Lùmina 5.6% American pale ale con note agrumate e di frutta esotica, di grande beverinità grazie ad una secchezza nel retrogusto che fa bere e ribere

Birrificio Opperbacco di Notaresco (TE)
Birrificio abruzzese fondato nel 2008, ha rapidamente conseguiti unanimi apprezzamenti per l’originalità e qualità delle proprie birre.

Triplipa, 7.8% Ardita e ben riuscita fusione tra due tipologie all’apparenza distanti come le tripel del Belgio dalle note fruttate conferite dal lievito e le IPA americane dalle note agrumate e resinose conferite dai luppoli d’oltreoceano Simcoe, Columbus ed Amarillo ingentilite dall’utilizzo del Saaz boemo.

Birrificio Kamun di Predosa (AL)
Giovane birrificio fondato nel 2011 che si è subito distinto per qualità e varietà delle loro birre. Infatti spaziano da interpretazioni di Bière Blanche e Oatmeal Stout a birre originali con ingredienti inusuali come il fiore di ibisco (karkadé)

Nocturna 6% Oatmeal stout molto complessa caratterizzata da note tostate ed affumicate rese morbide e vellutate dall’utilizzo dell’avena.

Birrificio Argo di Lemignano di Collecchio (PR)
Emergente birrificio nato nel 2013 che ha già colpito per la qualità delle prime produzioni. Si sente la mano del birraio Stefano Di Stefano che aveva acquisito un’ottima reputazione lavorando nel giustamente famoso Birrificio Lambrate di Milano.

Aran 4.5% Irish dry stout che ha già lasciato il segno nei consumatori italiani, con le tipiche, suadenti note di caffé, cacao e liquirizia.

Birrificio Maltus Faber di Genova
Fondato nel 2007, viene definito dai due titolari “il birrificio fatto con le mani” in quanto, in collaborazione con un azienda fino ad allora impegnata solo in campo caseario, hanno disegnato e costruito l’impianto, a contenuto impatto ambientale e con intelligente risparmio energetico. Filosofia del birrificio: non utilizzare spezie per le birre prodotte, tutte ad alta fermentazione.

Ambrata 7% Birra elegante e pulita con nitide note di caramello e toffee con un azzeccato finale secco e ben luppolato. Per gli amanti delle “rosse” come vengono impropriamente chiamate le birre ambrate qui da noi.

Birrificio del Ducato di Roncole Verdi (PR)
Fondato nel 2007, è uno dei birrifici che fanno grande il movimento artigianale italiano. Una varietà di birre infinita dalle più semplici e classiche alle più estreme e innovative. Non si contano più i premi vinti nelle più prestigiose competizioni internazionali.

Via Emilia 5% Plurivinvitrice in Europa e oltreoceano tra le kellerbier, è una pils magnifica, dotata di una finezza, equilibrio e beverinità davvero irresistibili.

Annunci

Un pensiero su “Viaggio nel mondo delle birre artigianali, la nostra degustazione con Kuaska”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...