Le donne del vino, Arianna Occhipinti ci apre le porte della sua cantina

Ci piace scrivere della Sicilia, una terra tanto bella quanto difficile, per cui se una ragazza poco più che trentenne scommette sul vino non possiamo che esserne felici.


Arianna Occhipinti, selfmade del vino, è stata indirizzata in questo mondo dallo zio, Giusto Occhipinti, noto produttore del Cerasuolo di Vittoria, con l’etichetta Cos. “Avevo 16 anni e mio zio mi chiese a bruciapelo: vieni al Vinitaly con me? Ci andai e fu una folgorazione”. Due anni dopo, appena diciottenne, un’altra domanda secca: “Che fai dopo il liceo? Decide lui: Corso di Enologia a Milano con il prof, Attilio Scienza”. Poi incontra Luigi Veronelli. E’ la sua consacrazione ufficiale e definitiva: l’inizio dell’avventura.

Ho avuto modo di conoscere Arianna due anni fa in occasione della presentazione del suo libro: Natural Woman. Un’intervista per il Corriere dopo l’articolo uscito sul New York Times. Pochi minuti insieme per capire che davanti a me c’era una ragazza caparbia e con le idee chiare. Una donna del vino che ha letteralmente stregato winelovers e appassionati, come addetti ai lavori e giornalisti, per la sua storia appassionata ed autentica verso la vigna e il territorio.

Qualche settimana fa sono andato a trovarla a Vittoria, percorrendo la strada provinciale 68 che ha ispirato i suoi vini e che costeggia le sue vigne.  Arianna ha aperto le porte della sua casa, un giro tra i vigneti e la nuova cantina per capire come si fa un vino nel pieno rispetto della natura.

DSCF2141

Abbiamo degustato i due vini di Arianna: Sp68, nelle versioni bianco e rosso.
DSCF2126

Il bianco è vinificato con uve albanello e zibibbo. Questo è il vino che ci è piaciuto di più per la forte identità che mostra già nel bicchiere assumendo un carattere ben definito. Si presenta di colore giallo paglierino. Al naso pervadono profumi aromatici e delicati come i fiori bianchi e la camomilla, ma si sentono nette le note di frutta a polpa bianca con piacevoli note agrumate e balsamiche. In bocca è diretto si sente la nota fresca e quasi erbacea, con un finale asciutto.

Sp68

Il rosso vinificato da uve Frappato per il 70% e nero d’Avola per il 30%. Al bicchiere si mostra di un rosso rubino. Ha carattere e personalità. Al palato si presenta con tannini ben espressi mantenendo il filo comune dell’agilità e della semplicità.

Degustazione tra giornalisti nella cantina di Arianna Occhipinti
Degustazione tra giornalisti nella cantina di Arianna Occhipinti

 

Azienda Agricola Arianna Occhipinti
Cantina e vigneti: SP68 Vittoria-Pedalino Km 3,3
http://www.agricolaocchipinti.it
info@agricolaocchipinti.it |
Tel. +39 0932 1865519 / +39.333.6360316
Sede legale: Via dei Mille 55, 97019 Vittoria (RG), Sicilia, Italia

Annunci

Un pensiero su “Le donne del vino, Arianna Occhipinti ci apre le porte della sua cantina”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...