Regali Doc, alla scoperta della Malvasia di Lipari/10

Ultimo appuntamento con la nostra rubrica Regali Doc. Nel giorno dell’Epifania che chiude questo lungo periodo di festività, noi vi suggeriamo un regalo gourmet nel segno indistinguibile della Sicilia.

Oggi siamo nelle Eolie per conoscere la Malvasia di Nino Caravaglio #malvasia #sicilia #sicily #eolie #vino

A post shared by La Forchetta e il Coltello (@forchettaecoltello) on

Siamo nel cuore di Salina, una delle isole più belle dell’arcipelago eoliano, per conoscere la Malvasia di Nino Caravaglio. Un produttore, che insieme alla moglie Elisa, ha deciso di lavorare in questo angolo di paradiso in terra, dove i colori del cielo e del mare sembrano dipinti su una tavolozza, tanto il blu quanto l’azzurro, sono così intensi alla vista del visitatore. Un’azienda di 12 ettari, su terreni ripidi, vulcanici e difficilmente raggiungibili, dislocati tra Lipari, Stromboli e Salina, ma quando si arriva in una delle terrazze lo sguardo si perde sul panorama mozzafiato che rende questi vini unici nel suo genere.

Non è un Malvasia qualunque, ma pura poesia in un bicchiere, perché il vino di cui oggi scriviamo, nasce da uve Malvasia al 95%, completata per il resto da uve Corinto nero. I segreti di questo vino così particolare sono da ricercare nella vendemmia ritardata, seguita da una macerazione a freddo delle uve, dalla vinificazione conclusa in piccole botti di rovere e l’affinamento in bottiglia di alcuni mesi. Un lavoro sapiente e meticoloso, che permette così, di mantenere tutte le note della frutta.

Nel bicchiere appare di un giallo ambrato, il colore non tradisce e spesso dice molto di più di quanto si possa pensare. Al primo sorso, poi, è piacevolmente dolce, ma non artificiale al gusto, ricorda note di agrumi e miele, tanto che va assaporato lentamente e lo rende il più fedele compagno di un buon libro.

Oggi vi facciamo conoscere la Malviasia di Nino Caravaglio #sicilia #sicily #eolie #lipari #malvasia #vino www.laforchettaeilcoltello.com

A post shared by La Forchetta e il Coltello (@forchettaecoltello) on

Ma questa è una Malvasia ‘fimmina’, perché raccolte solo dalle mani delle donne che lavorano in azienda, sono mani piccole, sinuose, più precise e più delicate. Un vino nudo, quintessenza della geografia umana delle Eolie, come ama definirlo Caravaglio.

Il nostro consiglio è di degustarlo, preferibilmente ma non esclusivamente, a fine pasto in accompagnamento alla frutta secca o in abbinamento ai dolcetti di pasta reale. In ogni caso, si sposa perfettamente con qualunque dolce tipico della tradizione siciliana.

Il sole tramonta presto su Salina, è di un rosso fuoco intenso, come il Nero du Monti, che accompagna la cena. Il nostro viaggio termina qui, torneremo a suggerirvi altri doni da veri gourmand. Intanto, se vi siete persi qualche puntata, potete leggere il riepilogo dei nostri dieci Regali Doc.

Azienda Agricola Nino Caravaglio

Via Provinciale, 32
Malfa – Isola di Salina Eolie -
98050, Messina

caravagliovini@virgilio.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...