A Nocera Umbra, sulle orme dell’Antico Monastero di San Biagio

#birra #birraartigianale #umbria #italia #italy www.laforchettaeilcoltello.com

A post shared by La Forchetta e il Coltello (@forchettaecoltello) on

Capita a volte di scoprire una birra quasi per caso, una cena in un ristorantino e il suggerimento di una birra artigianale. In verità, qualcosa la conoscevamo già, ma la possibilità di berla alla spina ci ha portato a degustarla e a scrivere di questa azienda umbra.

Forchetta e Coltello vi porta a 750 metri d’altitudine, nel verde Parco del Monte Subasio, a conoscere l’Antico Monastero di San Biagio, dove si produce birra artigianale, conserve, formaggi, olio d’oliva e salumi.

E qui, dove il tempo sembra essersi fermato, la passione per la birra e la meticolosità del Mastro Birraio, fanno dell’Accademia di San Biagio un luogo d’Eccellenza.

Proprio qui, già dal 1333, sembra che i monaci si riunissero in meditazione e, nel pieno rispetto del territorio, lavorassero in comunità ciò che la terra offriva loro. In questo luogo appartato pochi uomini hanno realizzato il sogno di molti: un’Accademia dedicata alla ricerca e selezione delle eccellenze dei sapori del territorio.

E dal Monastero di San Biagio, ancora oggi come una volta, prendono vita prodotti unici, frutto di antiche maestranze. Una di queste è la birra, artigianale, prodotta da Giovanni Rodolfi, Mastro Birraio umbro ma Monaco del terzo millenio, come ama definirsi. E’ stato proprio lui a dare impulso a una nuova tradizione, coniugando innovazione e tradizione con la stessa antica ricetta di secoli fa.

#birra #birraartigianale #sanbiagio #umbria #italia #food www.laforchettaeilcoltello.com

A post shared by La Forchetta e il Coltello (@forchettaecoltello) on

Il processo prevede un riscaldamento a 76 gradi, poi, l’ebollizione e l’estrazione dell’anidride carbonica e una nuova fermentazione in bottiglia, che dà un segno ben preciso alla birra. Il segreto, però, sta soprattutto nel sapiente bilanciamento e utilizzo degli aromi, ben prima dell’arrivo del luppolo, si usava aggiungere alloro, miele o altre erbe per aromatizzare la birra. Una tradizione, ripresa ancor’oggi nel segno della tradizione e che marca la birra San Biagio.

Quattro le birre in bottiglia: Monasta, di colore ambrato, con sentori di nocciola e caramello. La Ambar, una birra scura dal profumo e dalle note del caffè tostato. La Gaudens, chiara a prima vista, fermentata a bassissime temperature e quindi leggera con profumi di luppolo e malto. E infine, la Verbum, un’altra birra chiara con netti sentori fruttati.

Birra San Biagio

Nocera Umbra (Pg) Italy
+39 075 80 39 232

http://www.birrasanbiagio.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...