A Castelletto Stura, per scoprire il Chocaviar Venchi

Non è facile scrivere di una delle aziende più rinomate d’Italia, la Venchi è per antonomasia il cioccolato italiano nel mondo. Un’azienda, con oltre cent’anni di esperienza e un’incredibile varietà di specialità, dove il cioccolato è l’unico protagonista e si produce ancor’oggi con la stessa passione, qualità e artigianalità di un tempo, utilizzando le stesse ricette di 130 anni fa.

Siamo a Castelletto Stura, in provincia di Cuneo, per conoscere da vicino l’azienda Venchi, nella patria del Gianduja e delle nocciole, vi facciamo scoprire un’eccellenza tutta italiana: il Chocaviar.

Una piccola microsfera di caviale cuor di cacao purissimo al 75%. Una selezione caratterizzata da profumi delicati e penetranti, sofisticato al gusto, così come al palato, rimarcato dalle diverse provenienze delle miscele di cacao. Il Chocaviar, prodotto in una speciale macchina in rame a rotolamento, in cui una miscrosfera a forma di uovo di caviale si ricopre di diverse sfumature aromatiche di cacao monorigine.

Il prodotto, in una seconda fase, è lucidato con il burro di cacao che conferisce quella lucentezza unica e la sensazione gustativa all’inizio della degustazione. Quando si fonde sulle papille gustative, il cioccolato sprigiona un arcobaleno di sapori che inebriano il nostro olfatto.

E’ la filosofia di Venchi, simbolo di qualità e cultura dolciaria in cui l’anima del cioccolato si esprime con materie prime rigidamente selezionate, per garantire a noi consumatori l’essenza pura del cioccolato senza alterazioni chimiche.

Un prodotto, destinato agli appassionati del cioccolato e agli estimatori del cacao capaci di apprezzare il sapore intenso di questo prodotto.

Il tocco finale è l’abbinamento con un buon vino che possa esaltare questa specialità. Ci abbiamo riflettuto a lungo perché cercavamo un accoppiamento con un rosso dalle sfumature di frutti rossi maturi, ribes, mora, sentori d’amarena, chiodi di garofano, humus, rosa rossa macerata, spezie scure, bacche di frutti rossi, marasca e prugna.

Vi suggeriamo tre rossi siciliani, ideali in abbinamento a questa eccellenza piemontese in un connubio felicissimo per il palato.

Ala di Salaparuta. Si tratta di un liquorivino amarascato che nasce da una selezione di vini rossi lungamente invecchiati in botti di rovere e aromatizzati con un pregiato infuso di foglie marasca. Colore rosso granato, con netti sentori di marasca e mandorla.

Marsala Vergine Soleras. Un vino liquoroso a Denominazione d’Origine Protetta, prodotto a Marsala, dalle Cantine Pellegrino. Ha un colore particolarmente ambrato e un profumo: etereo, speziato quasi balsamico, dal gusto asciutto e armonico al palato.

Vecchio Samperi. Parliamo dei vini di Marco De Bartoli, noto viticoltore del marsalese, che ha creato questo vino in onore della contrada Samperi, arida terra calcarea ricca di minerali, prezioso elemento nutritivo dei vigneti. Selezione manuale delle uve, spremitura soffice, sedimentazione naturale, fermentazione tradizionale in fusti di rovere e castagno a temperatura ambiente.

 

Se volete saperne di più…

Venchi S.p.A.

Via Venchi, 1- 12040 Castelletto Stura (Cuneo)

http://www.venchi.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...